Scarica la tua rivista!


image

Seminare, controllare la crescita e poi mantenere in salute: questi gli step della cura del manto erboso. I prodotti per la cura del prato sono oggi tra i più vari e sono indicati per ogni fase della coltivazione

 

Seguono le principali novità delle aziende:

 

BAYER

 

Greenex NF

Diserbante di post-emergenza delle infestanti selettivo per tappeto erboso, ideale contro le erbe infestanti a foglia stretta. Il prodotto viene assorbito per via fogliare, manifestando un’azione erbicida selettiva, solo sulle infestanti e non sulle essenze del prato. Disponibile in confezione da 100 ml con tappo salva bimbo e misurino dosatore e in confezione da 500ml.


 

Dicotex RTU

Erbicida pronto all’uso per il controllo delle infestanti a foglia larga (dicotiledoni) del tappeto erboso composto da graminacee. Ideale per tutti quei consumatori che vogliono prendersi cura del proprio giardino ma non vogliono effettuare diluizioni con prodotti concentrati. Preserva il prato da piante indesiderate come trifoglio e tarassaco rispettando le essenze del miscuglio. Disponibile in confezione da 1 L in plastica 100% riciclata e tappo salva bimbo.


 

Dicotex: Erbicida dicotiledonicida (foglia larga)

Diserbante di post emergenza selettivo per tutti i tappeti erbosi composti da graminacee. Preserva il prato da piante indesiderate rispettando le essenze del miscuglio. La miscela di 4 principi attivi garantisce un’ottima efficacia contro tutte le infestanti a foglia larga. Dicotex ha un pratico dosaggio e può essere applicato anche con l’annaffiatoio: l’ideale per l’hobbista. Disponibile in confezioni da 100 ml e 500 ml.

 

Success: insetticida attivo per ingestione o contatto (adatto anche al tappeto erboso)

Insetticida a base di Spinosad, principio attivo derivante da un batterio (Saccharopolyspora spinosa) comunemente presente in natura, più precisamente nel

terreno. Agisce per ingestione e contatto su larve di lepidotteri, dorifora, tripidi, insetti minatori e

altri parassiti. Success è autorizzato su più di 90 colture

di interesse hobbistico come orticole, frutticole, floreali e ornamentali, compreso il tappeto erboso. Inoltre è caratterizzato da un breve periodo di carenza, che lo rende particolarmente indicato per un utilizzatore non professionale. Success è ammesso in agricoltura biologica e si caratterizza per la sua spiccata efficacia; inoltre è un valido aiuto nel contenimento anche di parassiti di recente introduzione come Tuta absoluta e la piralide del bosso. Success è disponibile nei formati da 10 ml e 50 ml, per trattare piccole e grandi superfici (fino a 500 m2).


 

COMPO

 

Floranid

Questa gamma al top della qualità è costituita da concimi microgranulari complessi, bilanciati e a lento rilascio, è ideale per la concimazione del tappeto erboso. Sono concimi che contengono ISODUR, azoto che viene rilasciato gradualmente in base a temperatura e umidità, garantendo così 100 giorni di efficacia senza rischi di bruciature e dilavamenti.

 


 

COPYR

 

Fortyl Relax Prato

È un concime microgranulare a base di azoto, fosforo e zinco arricchito con ceppi batterici selezionati appositamente studiato per la cura del prato. Infatti, l’Azoto e il Fosforo costituiscono un importante riserva di energia per tutte le piante da prato; i batteri stimolano lo sviluppo radicale, accelerano la crescita, migliorano l’assorbimento di Ferro e altri microelementi e migliorano l’attività microbiologica del terreno. Fortyl Relax Prato va usato dall’inizio della primavera. Fortyl Relax Prato si differenzia nell’avere una formulazione equilibrata (azoto, fosforo e zinco), innovativa (grazie alla presenza di ceppi batterici) e di elevata qualità. I microgranuli aumentano l’efficacia del concime, favorendo una distribuzione più omogenea, moltiplicando i punti di contatto con le radici e riducendo gli sprechi.


 

BOX: Il mercato

BAYER: “Per quanto riguarda le previsioni 2016, potrebbe esserci una flessione per quanto riguarda i prodotti fitosanitari a causa dell’attuale situazione normativa e di particolari provvedimenti intrapresi da alcune ASL locali (soprattutto regioni Emilia Romagna e Veneto) che prevedono la vendita di alcuni prodotti fitosanitari solo agli utilizzatori professionali (e in possesso di patentino)”.

COMPO: “Per ora le previsioni del mercato sono buone, vediamo come prosegue”.

COPYR: “Non siamo ancora in grado di fare previsioni per l’intero 2016. Sappiamo certamente che l’andamento del mercato sarà condizionato dalla stagione climatica, che porterà a un maggiore o minore utilizzo di questi prodotti”.

 

 

BOX: Vademecum per la cura dei tappeti erbosi-da Neudorff (distribuito da Escher)

 

Il trucco sta nel…

…sistema per la cura del tappeto erboso, che comprende sia la cura del prato stesso che la cura del terreno.

Così funziona il prato

Il manto erboso è costituito da un miscuglio di diversi tipi di prati. Come tutte le piante queste si nutrono attraverso le radici assorbendo acqua e principi nutrizionali. Nel ciclo naturale, come ad esempio nel bosco, il fogliame macera costituendo humus e rendendo il terreno ricco di principi nutrizionali. A differenza di un sistema naturale, in giardino

l’erba tagliata viene raccolta, il terreno quindi si impoverisce e si riduce la quantità di sostanza organica, naturale nutrimento del prato. L’acqua non riesce a penetrare nel terreno e l’ossigeno, a causa del compattamento del terreno stesso, non può raggiungere le radici portando all’impoverimento del tappeto erboso.

Erbacce, muschio e infeltrimento

Peggiori sono le condizioni del prato migliori sono le possibilità di crescita delle sue “concorrenti”. Ogni zona debole del prato viene occupata da erbacce e muschio. Il maggior vigore di queste specie inibisce e soffoca la crescita corretta del tappeto erboso. Senza un suolo vivo l’erba e le radici si seccano infeltrendo, impedendo alla luce e all'aria di passare. Il prato ingiallisce, cresce a chiazze e le erbacce si diffondono.

Come evitare i problemi

Non basta solo tagliare il prato, irrigarlo e con cimarlo per avere un tappeto erboso ben curato. Chi desidera avere un bel prato con il minimo sforzo deve solo sfruttare le forze già esistenti in natura, presenti nella linea prato Azet®, gamma di prodotti mirati per la cura del prato in ogni sua fase di crescita. In questo modo il prato si fortifica e il terreno viene “attivato”. Le radici si rafforzano grazie a un miglior assorbimento delle sostanze nutritive con il risultato di avere un prato naturalmente più verde e più fitto.

E la cosa migliore:

i principi attivi utilizzati sono di origine naturale e non hanno tempi di carenza. Non è nocivo né per le persone né per gli animali domestici

Periodo

Il periodo giusto per la risemina del prato è da aprile a maggio oppure da metà agosto fino all’inizio di ottobre.

Preparazione

● vangare la terra fino a una profondità adeguata (lunghezza di un badile)

● eliminare le erbacce, sassi e radici

Qualità del terreno

● controllate l’acidità del terreno con il test rilevatore PH di Neudorff e in caso di necessità aggiungete del calcio

● in caso di terreno sabbioso spargete e mischiate bentonite

● in caso di terreno carente di humus spargete l’Attivatore per prati Azet® e lavorate la terra

Lavorazione del terreno

● livellate la superficie, spianando con un rastrello

● lasciate riposare la terra (con pioggia dai 5 ai 10 giorni, con siccità da 2 a 3 settimane)

Seminare il prato

● mischiate la semenza e Starter per prati Azet® (circa 50 g per m2) che contiene l’apposita combinazione nutrizionale per

la germinazione del seme.

● è consigliato spargere il concime con l’apposito carrello per distribuire in modo uniforme

● rullare delicatamente

Il dopo-lavorazione

● mantenere umida la superficie fino al primo taglio in modo da fare aderire bene la semenza

● tagliate il prato quando raggiunge all’incirca l’altezza di 6 cm, non prima delle 4 settimane dalla semina

● dopo la semina primaverile effettuate la prima concimazione a giugno utilizzando Concime per prati Azet®; per la semina

autunnale è consigliato, dopo 4 settimane, l’uso di Concime autunnale per prati Azet®.

 

 

 

 

 

 

Tags:

Tecno Verde