Scarica la tua rivista!


image

L’ultimo traguardo raggiunto è, infatti, la certificazione per lo Stage V dei motori della

famiglia KDI della fascia di potenza 19-56kW.

Grazie alla preziosa collaborazione di una delle agenzie accreditate all’Unione Europea per la certificazione dei motori a combustione interna, durante la prima metà del 2018 è stato portato avanti uno scrupoloso lavoro di analisi e test sulla gamma di motori diesel di Kohler, con l’obiettivo di verificare la conformità a tutte le prescrizioni indicate dal legislatore.

 

La nuova normativa – Regolamento UE 2016/1628 in materia di limiti di emissione di inquinanti gassosi e particolato inquinante e di omologazione per i motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali – introduce il conteggio delle particelle di particolato (PN) e riguarda tutti i motori diesel sopra i 19kW per applicazioni off-road. Di conseguenza, l’unica risposta possibile è l’adozione del filtro antiparticolato (DPF), che rappresenta una grande sfida per tutti i costruttori e una grande opportunità per Kohler: opportunità che Kohler ha saputo cogliere perfettamente, sviluppando soluzioni di post-trattamento ideali sia per i costruttori di macchine sia per l’utilizzatore finale.

 

La certificazione della gamma di motori diesel arriva a conferma di quanto annunciato dall’ing. Vincenzo Perrone, President Diesel Engines, durante la conferenza stampa presso Agritechnica 2017: “La sfida dei costruttori di motori è stata lo sviluppo di una soluzione flessibile in grado di incontrare le molteplici richieste del mercato. In Kohler abbiamo raccolto la sfida e, grazie ai vantaggi competitivi dei motori della famiglia Kohler KDI, abbiamo centrato l’obiettivo: per questo, siamo fieri di presentare KOHLER Flex™, la gamma di soluzioni per il filtraggio delle emissioni che Kohler ha progettato per permettere a ciascuna configurazione dei motori della piattaforma KDI di essere conforme a tutti gli standard e le norme in materia di emissioni, in tutto il mondo”.

 

Kohler assicura, dunque, che la produzione in linea dei motori certificati Stage V inizierà, come annunciato, il 1° gennaio 2019, perfettamente in linea con le direttive dell’Unione Europea e con le esigenze dei costruttori di applicazioni off-road.

 

I sistemi utilizzati da Kohler per le operazioni di post-trattamento rappresentano lo stato dell’arte della tecnologia attualmente sul mercato: grazie alla configurazione all-in-one, i costruttori potranno sfruttare i ridotti ingombri in fase di installazione dovuti all’estrema compattezza dei sistemi Kohler. Al contempo, l’utilizzatore finale potrà godere della strategia

sviluppata da Kohler per la fase di rigenerazione, che sarà totalmente trasparente e non inficerà in nessun modo la produttività e l’efficienza della macchina, trasmettendo così all’intera macchina la caratteristica distintiva dei motori Kohler: l’inarrestabilità.

 

La certificazione Stage V non è stata ottenuta solamente dalla famiglia di motori KDI, ma da

tutta l’offerta di motori diesel di Kohler fino a 56kW, che potrà essere apprezzata presso lo stand di Kohler a EIMA 2018 (padiglione 15 | stand A17), dal 7 all’11 novembre 2018 presso il polo fieristico di Bologna.

 

Ultime News

image
19/10/2018

Dal 2013, anno della prima edizione, sono state 2.374 le aziende hanno incontrato 38.622 Agenti di Commercio. Un totale di 12 edizioni nelle quali si sono svolti oltre 55.000 colloqui di ricerca e

Tags:
...Leggi Tutto
image
19/10/2018

Rotomec presenta il rasaerba combinato modello Cyclone Super Flex omologato per la circolazione su strada. Sui modelli con larghezze di lavoro da 360 e 450 cm è possibile infatti montare gli

...Leggi Tutto
image
18/10/2018

“Siamo soddisfatti perché si tratta di una misura che, non costando nulla alle tasche dei cittadini, da una parte aiuta il settore florovivaistico e dall'altra spinge verso una riq

Tags:
...Leggi Tutto

Rivista Garden Grill & Pet

Tecno Verde